Pellegrino Seganfreddo

From SegaWiki

Dal registro dei matrimoni

Primo Marzo 1848

PELLEGRINO SEGANFREDDO di ANTONIO, e di Lucia Carli con MARIA VOLPATO di Giuseppe e di Elisabetta Franco celibi ambidue nativi, e sempre domiciliati in questa Cura fatte le pubblicazioni nei di festivi 30 Gen.o p. p. 2. e 6 Feb.o senza opposizione S.tis S.dis fu congiunto in Matrimonio da me Pietro Tessari Arciprete colla Bened.e nuziale nella S. Messa del R. Dn Gio-Paolo Repele coadjutore alla presenza dei noti, e rogati testimonj Bortolo Lovison secrestano, ed Antonio Scuccato villico de questa Parrocchia.


La vita

Di Pellegrino Seganfreddo non sappiamo tanto. Le fonti che possediamo sono il registro dei matrimoni della Parrocchia di Mason ed alcuni racconti fatti da parenti. Nacque nel 1816 e si sposò con Maria Volpato. Ebbero molti figli, ma molti di essi morirono da piccoli.

Il figlio più grande, fattosi scalabriniano (vedi Padre Antonio Seganfreddo) invitò i genitori ed i fratelli a seguirlo in Brasile. I figli Giuseppe Seganfreddo, Carlo Seganfredo e Lucia Seganfreddo si recarono, con i genitori, nel paese sudamericano. Il figlio Luigi Seganfreddo, rimase invece in Italia con la sposa Giulia (perchè incinta di Angela Maria ed il viaggio non le fu permesso) ed i suoi bambini.

Pellegrino, arrivato in Brasile con il figlio Carlo nel 1897, dovette subire molti disagi ed anche la "deportazione" nello stato di Minas Gerais perchè i suoi documenti non erano in regola. L'intervento di Padre Antonio, suo figlio, riuscirà a riportarlo a Nova Bassano nel Rio Grande Do Sul.

Per calcolare la data precisa di arrivo in Brasile abbiamo i seguenti elementi: il certificato di battesimo di Livia di Carlo, nata a Mason il 14 settembre 1896 ed il certificato di battesimo di Angela Maria di Luigi, nata a Mason il 18 aprile 1897. Livia fu portata in Brasile ed Angela Maria invece fu il motivo della "rinuncia" al viaggio di Luigi e Giulia.

Dal libro "Raizes de un povo" di Dom Redovino Rizzardo , risulta in realtà la data del 4 aprile 1897 come giorno della partenza da Genova. L'arrivo nel porto di Santos il 2 Maggio 1897.


di Ana Maria Seganfreddo (18/6/7)

SOBRE A DESCENDENTE DE Bortolo Seganfreddo DE MINAS GERAIS: MINHA AVÓ CATTERINA COM SEUS PAIS GIOVANA NICOLI E CARLO SEGANFREDDO, MAIS A MÃE DE CARLO E O PAI: MARIA VOLPATO E PELLEGRINO SEGANFREDDO E MAIS 4 IRMÃOS MENORES FORAM PARAR EM MINAS JUSTAMENTE PORQUE NÃO CHEGOU A CARTA COM A DATA DA CHEGADA AO BRASIL. ENTÃO, DALI A UNS 4 MESES, (MAIS OU MENOS) O PE ANTONIO, IRMÃO DE LUCIA, GIUSEPPE E LUIGGI FOI DO RIO GRANDE DO SUL PARA RESGATÁ-LOS E TRAZÊ-LOS PARA NOVA BASSANO, MAS NÃO TEMOS MAIS DADOS SOBRE ISTO, SÓ CONHECEMOS A HISTÓRIA QUE A NONNA CATTERINA CONTAVA.GOSTARIA DE SABER DA DECENDENTE DE BORTOLO COMO CONSEGUI O CERTIFICADO DE SBARCO, ENTÃO PODERIAMOS SABER SE ESTA FAMILIA TAMBÉM ESTAVA NO NAVIO CAFFARO.

Image:italia.gif

Circa i discendenti di Bortolo Seganfreddo di Minas Gerais: Mia nonna Catterina con i genitori Giovanna Nicoli e Carlo Seganfreddo, con i nonni paterni Maria Volpato e Pellegrino Seganfreddo e con 4 fratelli piccoli furono portati in Minas Gerais perchè non avevano la carta di sbarco con la data di arrivo in Brasile. Quindi dopo circa 4 mesi, Padre Antonio Seganfreddo, fratello di Lucia, Giuseppe e Luigi, intervenne per riportarli nel Rio Grande Do Sul; pagò una cauzione (?) e li riportò a Nova Bassano. Non abbiamo però tanti dati su questo episodio, ricordiamo una storia che la nonna Catterina raccontava. Mi piacerebbe sapere come i discendenti di Bortolo hanno fatto a conseguire il certificato di sbarco.